Gli interventi di consulenza psicologica, di sostegno psicologico e di psicoterapia sono appropriati ed importanti in diverse situazioni che si possono incontrare lungo la propria vita ed esperienza.

Vivere il presente con lucidità e guardare al futuro potendo agire, scegliere, costruire il proprio progetto è lo sfondo vitale ed energetico di ogni vita.

Quando tale possibilità è vissuta come compromessa, guastata, inaccessibile, senza motivazione, la persona può impegnarsi a ritrovare una situazione sostenibile, dignitosa e percorribile, oppure può vivere in differenti forme il desiderio di farlo e la frustrazione di non riuscirci, ad esempio:

– “somatizzando”, cioè sperimentando sintomi che coinvolgono il corpo totalmente o nelle sue parti (ad esempio mal di testa e nevralgie, disturbi gastrointestinali, disturbi che appaiono dettati da una condizione neurologica);

– vivendo questa difficoltà nel dominio psicologico, in pensieri negativi ricorrenti su di sé, sugli altri e sui problemi che si vuole affrontare come espresso ad esempio in queste espressioni: “non ci riesco”, “non son capace”, “sono sfortunato”, “capitano tutte a me“;

– distraendosi ed evitando in tutti i modi pensieri e vissuti che chiedono di essere “ascoltati”, come ad esempio avviene nell’uso ed abuso di sostanze, nelle dipendenze da sostanze, nel gioco d’azzardo patologico, nel sesso compulsivo od anche parzialmente nei disturbi del comportamento alimentare (anoressia e bulimia);

– in alcune situazioni, sentendo di possedere gli elementi razionali per comprendere quello che succede ma non sentendosi di avere la forza o le energie motivazionali per poter affrontare la situazione… insomma sentendosi come un palloncino sgonfio od appesantito di pensieri.

La comparsa di sintomi fisici e psicologici (come sono gli stati di ansia, il sonno eccessivo o l’insonnia, i vissuti di umore depresso, tristezza, pianto e fragilità), divengono un segnale importante delle difficoltà che la persona prova nel vivere le proprie relazioni affettive, i ruoli e le fasi della vita.

Quando la sintomatologia fisica/psicologica aumenta ed acquista la caratteristica di ripetitività e di limitazione della propria libertà, rendendo l’esperienza quotidiana ancor più difficile, le problematiche diventano più strutturate e sono definite disturbi.

I disturbi comunemente descritti dagli psicologi e dagli psichiatri sono:

–            Disturbi d’Ansia;

–            Disturbo Ossessivo Compulsivo;

–            Ipocondria e Disturbi Somatoformi;

–            Depressione e Disturbi dell’Umore;

–            Disturbi della Sfera Sessuale;

–            Dipendenze fisiche e comportamentali;

–            Disturbi del Comportamento Alimentare (tra cui l’anoressia e la bulimia).

In questa sezione cerco di restituire il giusto spazio alla soggettività delle persone che vivono queste problematiche; infatti i disturbi  si manifestano a partire dalla unica e sempre differente storia personale di ciascuno.